"Ecco prendi te per esempio. Tu sei unico" spiego la mamma " e anch'io sono unica, ma se ti abbraccio non sei più solo e nemmeno io sono più sola."                                      "Allora abbracciami" disse Ben stringendosi a lei.                                                        David Grossman

Il Nido d’Infanzia L’Abbraccio nasce come un servizio educativo volto a rappresentare un’esperienza educativa per i bambini e di sostegno alla famiglia nel ruolo genitoriale: “un’isola felice”, “un caldo abbraccio” all’interno dei quali le pratiche di accoglienza, di relazione, di ascolto e di rispetto fanno da protagonisti nel benessere dei bambini e dei genitori.

Un rispetto che si esplicita a tutto tondo: rispetto verso i bambini in quanto ciascuno di loro ha caratteristiche uniche, rispetto per le loro famiglie, anch’esse diversificate e uniche, rispetto verso le colleghe, rispetto verso gli organi istituzionali, rispetto verso il personale ausiliario che quotidianamente opera all’interno del servizio educativo e che hanno un ruolo davvero importante nel rendere l’ambiente accogliente e caldo.

Il nido vuole essere una piccola comunità accogliente, familiare, capace di far spiccare il volo con il piacere di diventare grandi, ma anche con la gioia di vivere una storia importante insieme altri bambini altri adulti.

Dietro al nido, c’è una lunga storia di pensieri e di progetti educativi, che offrono ambienti di vita, di relazioni e di esperienze, capaci di accogliere e di soddisfare i molteplici bisogni di crescita e di sviluppo delle loro potenzialità.

Il nido si propone di garantire basi sicure per nuove esperienze e sollecitazioni: è un ambiente educativo che mette in valore la vita in comune, i momenti di cura quotidiana, spazi e opportunità di gioco e di apprendimento.

La professionalità del personale educativo è oggetto di costante investimento: ascoltare l’infanzia è un esercizio che richiede attenzione continua per conoscere il bambino ed accompagnarlo per mano in tutte le dimensioni di sviluppo e di affermazione della propria identità.

Atteggiamenti di ascolto, empatia e rassicurazione fondamentali per la crescita e il benessere dei bambini, richiedono impiego di risorse e di energie attraverso una regia collettiva. Queste le garanzie di qualità educativa che i genitori trovano quando scelgono il nido: ma trovano soprattutto occasioni di dialogo ed incontro per aiutare i loro figli a crescere e diventare adulti competenti e autonomi, in grado di costruire legami significativi con gli altri.

                                                                                                         

                                                                                                                                         

Oh che l’infanzia duri più della neve”

 

                                                                                                                                                 Vivian Lamarque

Parole in musica
Parole in musica

Il momento del pasto

Questo interrogativo ci ha fatto riflettere su quanto l’alimentazione sia un argomento importante da trattare all’interno dell’ambiente educativo.

 

La stessa Montessori ha dato pari importanza a “cosa” mangiare e a “come” mangiare cercando di non separare le esperienze cognitive dalle esperienze pratiche; le attività connesse al mangiare diventano...

IL MOMENTO DEL GIOCO

Il bambino gioca naturalmente, perché prova una sensazione di benessere; nulla quindi è tolto all'aspetto ludico in se stesso, ma, anzi, è proprio il piacere intrinseco nel gioco che comporta e favorisce nuove componenti.

 

Per i bambini, che giocano per divertirsi, non c'è nessuna differenza tra il gioco e ciò che un adulto potrebbe considerare come un lavoro...

GLI AMBIENTI

Il progetto Flowerssori è il frutto di una lunga ricerca intellettuale di quattro professionisti dell’architettura che qualche anno fa hanno deciso di ripartire dall’etica del “reale” e di scommettere sul futuro, ovvero i bambini.

 

L’avvicinamento al tema della natura e l’attrazione per il mondo montessoriano sono stati consequenziali e sinergici con la volontà di sviluppare...